I terremoti aquilani

Orlando Antonini

In una terra eminentemente sismica come l’Italia, a causa della collisione tra placca mediterranea e placca euro-asiatica, l’Appennino Abruzzese si colloca purtroppo nella zona di massima sismicità. All’Aquila in particolare, il terremoto è di casa, compagno inseparabile e onnipresente. Ogni due-tre secoli i parossismi si fanno distruttori: l’ultimo vissuto proprio dalla nostra generazione, il 6 aprile 2009. Questi terremoti distruttivi a volte possono causare la scomparsa di un’intera civiltà. Il più delle volte, invece, paradossalmente essi diventano spinta alla riattivazione economico-sociale di un territorio, nonché, in particolare, se non veri e propri spartiacque, di certo accelerazione di fenomeni culturali e di cambio di mentalità, di abitudini e di modi di vita e di lavoro.

Codice EAN: 978-88-6244-100-1

Formato / Format: 11 x 16,5

Argomento / Categoria: Storia della Chiesa Cattolica

Anno di pubblicazione / Year of pubblication: 2010

Pagine / Pages: 48

Collana: Fedelmente - "Minima" Aquilana

Disponibile / Availability: No

Peso / Wheight: 0,06 Kg.

Prezzo / Price: 2,00 € 2,50 €

Copyright MAXXmarketing Webdesigner GmbH