Esistenza e morte

Contributo fenomenologico

Elenio Fancelli

Dopo uno sguardo sulla fenomenologia dell’istante mortale e l’elaborazione di una fenomenologia della morte dell’altro in generale, osservata o utilizzata, l’analisi si sofferma sull’esperienza della morte dell’altro che, in quanto amato, è presenza che ci costituisce. La sua morte non è solo perdita di possibilità, ma perdita del “noi”, ci coinvolge e trasforma  estraniandoci, in quanto si configura come perdita di sé e del mondo. Il nulla del rapporto ci precipita nell’isolamento e nello spaesamento. Prima di passare a considerare  successivamente le esperienze anticipatrici e quindi la fenomenologia del “come se”, la prefigurazione della propria morte, l’indagine si interrompe perché l’autore si trova inaspettatamente ad esperire nell’intimo quanto si era preteso, con giovane spavalderia, di indagare da fuori. Avvicinandosi al cuore del problema il testo non poteva non farsi silenzio e preparazione a questa unica esperienza veramente nostra, nel bisogno di ricapitolare tutto l’essere sul palmo della mano con l’intento di trovarsi pronti al dono nell’attimo supremo. Che senso avrebbe possedersi senza donarsi?

Codice EAN: 978-88-6244-850-5

Formato / Format: 14 x 21

Argomento / Categoria: Teologia

Anno di pubblicazione / Year of pubblication: 2020

Pagine / Pages: 120

Collana: Logos

Disponibile / Availability: Sì

Prezzo / Price: 10,00 €

Quantità / Quantity:

Copyright MAXXmarketing Webdesigner GmbH