Il credo di Tommaso

Enzo Gabrieli

Dopo aver meditato ed indagato sulla meravigliosa figura di Pietro e sulla drammatica vicenda di Giuda, l’autore orienta i suoi lettori su Tommaso, uno dei Dodici, che ha vissuto sulla sua pelle il travaglio di credere senza vedere e la bellezza di cadere in ginocchio per professare la sua fede nel Risorto. Nonostante la sua semplicità Egli è richiamo figurativo di quella razionalità, che senza l’altra ala della fede, lascia l’uomo prigioniero della nebbiosa notte del proprio io. L’uomo che vuole bastare a se stesso, “che non ha bisogno di Dio che in Cristo ci tende la mano, si incammina su una via di fallimento” (Papa Francesco).
La sua incredulità, solo temporanea, di fronte all’annuncio della Resurrezione, è richiamata e a volte “abusata” da quanti vogliono vedere con gli occhi della fisicità e toccare con le mani quanto è oltre del mistero trascendente di Dio. In realtà Egli ha poi creduto, come scrive sant’Agostino, commentando questa scena evangelica: “Tommaso vedeva e toccava l’uomo ma confessava la sua fede in Dio, che non vedeva e né toccava. Ma quanto vedeva e toccava lo induceva a credere in ciò in cui sino ad allora aveva dubitato”.

“La sua determinazione nel seguire il Maestro è davvero esemplare e ci offre un prezioso insegnamento: rivela la totale disponibilità ad aderire a Gesù, fino ad identificare la propria sorte con quella di Lui ed a voler condividere con Lui la prova suprema della morte. In effetti, la cosa più importante è non distaccarsi mai da Gesù” (Benedetto XVI).

Codice EAN: 978-88-6244-331-9

Formato / Format: 13 x 21

Argomento / Categoria: Storia della Chiesa Cattolica

Pagine / Pages: 54

Collana: I Dodici

Disponibile / Availability: Sì

Peso / Wheight: 0,011 Kg.

Prezzo / Price: 5,95 € 7,00 €

Quantità / Quantity:

Copyright MAXXmarketing Webdesigner GmbH